Qualcosa sulle Isole Marshall

La Repubblica delle Isole Marshall è una nazione composta da circa 1.000 isole. Incantati dalla sua bellezza naturale, per i turisti, quando le vacanze finiscono, è difficile andarsene.

La popolazione nativa – i marshallesi – costituisce il 90% totale dei residenti ed è formata da pescatori e da navigatori esperti. Abituati al mare da generazioni e generazioni, gli abitanti, sin da piccoli, iniziano a sviluppare le proprie abilità relazionate a questo tipo di ambiente.

Il resto della popolazione è costituito da immigrati: americani, filippini, cinesi, neozelandesi, australiani, micronesiani, kiribati, coreani e fijiani.

La storia delle Isole Marshall è ricca di eventi; alla fine del 1700, dopo un isolamento durato 2.000 anni, queste isole della regione micronesiana vennero visitate, occupate o colonizzate dalla Gran Bretagna, dalla Russia, dalla Germania, dal Giappone e dagli Stati Uniti. Tutti questi Paesi hanno lasciato una propria traccia all’interno della cultura locale, dalle drogherie internazionali ai ristoranti passando per varie espressioni artistiche (danza, musica…).

Nelle Isole Marshall si parlano due dialetti maggiori ma anche l’uso dell’inglese è ampiamente diffuso.

Se porti con te dei dispositivi elettronici, non dimenticare che l’elettricità gira a 110-120V e che le spine più utilizzate sono quelle americane a lamelle piatte.

Le Isole Marshall sono il posto ideale se sei alla ricerca di isole paradisiache in cui trascorrere delle rilassantissime vacanze.